La Sezione e il Territorio

Gli studi e le indagini che la Sezione svolge sul territorio da lunga data forniscono un valido supporto per la conservazione e la gestione del patrimonio naturalistico provinciale. Queste conoscenze si traducono in azioni, progetti e iniziative che coinvolgono comunità locali e territori, promuovendo la diffusione di una cultura ambientale e scientifica.

Reti di Riserve

Le Reti di Riserve rappresentano un innovativo strumento per la gestione e conservazione delle aree protette presenti sul territorio della Provincia di Trento. Con la L.P. 11/2007, che regolamenta il loro funzionamento, la Provincia può delegare agli Enti locali la tutela delle aree protette (siti Natura 2000, ma anche Riserve Naturali Provinciali e Locali) presenti sul territorio di loro competenza. Gli Enti Locali si impegnano quindi a pianificare, tramite un Piano di Gestione, le azioni prioritarie per la conservazione dell’ambiente naturale e della biodiversità e lo sviluppo sostenibile. Uno strumento che, applicato in modo diffuso al territorio trentino, contribuirà alla realizzazione della Rete Ecologica Provinciale.

In quest’ambito, la Sezione mette a disposizione le conoscenze e competenze acquisite attraverso la ricerca, a favore delle iniziative di divulgazione, formazione tecnica e sensibilizzazione del pubblico e collaborando al coordinamento di alcune delle Reti. Delle 10 Reti di Riserve attualmente istituite, la Sezione sostiene in maniera continuativa le attività delle seguenti Reti:

Rete di Riserve Bondone
Rete di Riserve Alpi Ledrensi
Rete di Riserve Alto Noce
Rete di Riserve Valle del Chiese
Parco Naturale Locale Monte Baldo
Rete di Riserve Alta Valle di Cembra – Avisio
Rete di Riserve Val di Fassa
Rete di Riserve Fiemme – Destra Avisio
Parco Fluviale Sarca

 

Il progetto «Biodiversità Partecipata»

A partire dal 2014, il MUSE ha contribuito alla realizzazione del progetto «Biodiversità Partecipata», promosso dalla Servizio Sviluppo Sostenibile e Aree protette della Provincia di Trento. Fine ultimo della proposta era quello di definire, un piano condiviso per la comunicazione e l’educazione alla biodiversità nelle aree protette, attraverso il coinvolgimento delle principali realtà di educazione ambientale presenti sul territorio.
La costante partecipazione al Gruppo di Pilotaggio e al Gruppo di Lavoro Allargato da parte del MUSE ha consentito di presentare le principali emergenze per la biodiversità del Trentino, di veicolare importanti contenuti, proporre possibili tematiche di lavoro e testare nuovi metodi di divulgazione come quello della Citizen Science.

Link alla pagina ufficiale del progetto:
http://www.areeprotette.provincia.tn.it/incentivi_progetti/-BIODIVERSITA/pagina41.html

Riserve naturali (Biotopi) nella Rete Natura 2000 del Trentino

Grazie al costante monitoraggio di questi ambienti, la Sezione fornisce la consulenza tecnica al Servizio competente, per trovare soluzioni nelle conservazione degli habitat e tutela delle specie e nel miglioramento e fruizione ambientale di queste importanti aree protette.

Per approfondire la conoscenza delle Riserve Naturali Provinciali e Locali:
http://www.areeprotette.provincia.tn.it/riserve_provinciali/biotopi_riserve/